lunedì 25 marzo 2019
redazione@avellinofans.it
Lpa Ariano, ecco il primo "Brindisi"
* *FUTURA BRINDISI – LPA ARIANO IRPINO: 53-63
Futura Brindisi: Boccadamo 1, Manzini 10, Tagliamento 4, Diodati 2, Diene 16, Gatti, Siccardi 18, Giorgino n.e., Egle 2, Gismondi n.e. Coach: Santini
Lpa Ariano Irpino: Santabarbara, Aversano n.e., Rossi 8, Chesta 7, Maggi 11, Dominguez 4, Mancinelli n.e., Micovic 8, Narviciute 14, Sarni 11. Coach: Agresti
Arbitri: Leggiero di Lecce, Spano di Sannicandro di Bari (BA)
ARBITRI: Leggiero di Lecce, Spano di Sannicandro di Bari (BA)
Parziali: (16-22); (29-34); (47-42)
Uscite per 5 falli: Gatti al 37’



E’ festa doppia per l’Lpa Ariano Irpino che chiude come meglio non poteva il 2013. A Brindisi arriva una vittoria che, complice la concomitante sconfitta di Battipaglia a Viterbo riporta le ufitane da sole in testa alla conference di centro-sud ma soprattutto garantisce alla formazione del presidente Cirillo l’accesso alla poule promozione con ben tre turni di anticipo. Prestazione di grande efficacia su entrambi i lati del campo per la truppa di coach Agresti con una buona applicazione difensiva.
LA GARA – In avvio le padrone fanno registrare il primo ed unico vantaggio del primo tempo grazie a due penetrazioni di Siccardi. Agresti opta per il quintetto alto con Micovic, Sarni e Narviciute e la difesa aggressiva mette subito in difficoltà le pugliesi. Gatti si scontra con Micovic e commette subito due falli, mentre Narviciute trova con continuità la via del canestro (4/4 dal campo nei primi dieci minuti) (12-20 al 7’). E’ Manzini dalla lunga distanza a tamponare la fuga delle ospiti (16- 20 al 9’). Una tripla di Sarni costituisce un ulteriore tentativo di fuga (18-25 al 13’), ma Brindisi c’è e ritorna in partita. Chesta fa rifiatare Narviciute, ma l’argentina spara a salve da tre (0/3), mentre Diene ricuce quasi completamente lo strappo (24-25 al 15’). Sarni e Micovic rispondono consentendo ad Ariano di tenere la testa avanti. La serba è l’oggetto delle attenzioni della difesa avversaria ed è l’unica ad andare dalla lunetta: il 2/6 però non le rende giustizia. Manzini attacca con successo Rossi. Cinque punti dell’ex Ragusa fruttano il nuovo -1 (29-30), ma è la stessa play rovigiana ed un’indomita Dominguez a mantenere il vantaggio all’intervallo lungo, mentre Brindisi è costretta ad incassare la quarta penalità del suo centro Valentina Gatti. Nella ripresa, a Siccardi bastano 36 secondi per riportare Brindisi ad una sola lunghezza (33-34). In campo si rivede la lettone Egle dopo il periodo di assenza forzata per l’infortunio. Nel gioco delle rotazioni, Agresti lascia fuori contemporaneamente Rossi, Micovic e Narviciute: Brindisi ne approfitta e mette per la prima volta nella gara la testa avanti con Diodati ed una Siccardi automatica dalla lunetta (47-42 al 30’). In avvio di ripresa il canestro di Egle dà il massimo vantaggio alle ospiti (49-42 al 31’). Ariano è alle corde. Nel momento più buio, capitan Maggi infila due triple consecutive che riaprono la contesa (49-49 al 32’) così come i quattro falli di Siccardi. La Futura annaspa in attacco: solo due tiri liberi realizzati dopo cinque minuti (49-51 a 5’ 20’’). È Narviciute a mettere la freccia vincendo il duello con Gatti prima ed Egle poi. Il break di 11 a 2 dell’Ariano Irpino nella prima metà dell’ultimo quarto è devastante. A 2’ 50’’ dalla sirena arriva però il primo canestro dal campo dell’ultimo periodo della Futura, con Diene che riporta la squadra a meno due. Chesta però realizza la sua prima tripla della serata. Pochi istanti dopo, su una normale azione sotto canestro, Micovic è costretta a lasciare il parquet per un iperestensione al ginocchio destro. Dopo una lunga pausa, per consentire ai sanitari di assistere l’ala di Belgrado, Sarni da due e Chesta da oltre mettono il sigillo alla gara.

(domenica 22 dicembre 2013 alle 20:56)
Avellino calcio Risultati Classifica Tifo Fotogallery Videogallery

Mail: redazione@avellinofans.it info@avellinofans.it
Il materiale pubblicato, pur essendo di dominio pubblico, non può in nessun modo essere utilizzato.
La copia o riproduzione di testi e foto senza il consenso scritto della redazione di AvellinoFans.it è vietata!