martedì 24 aprile 2018
redazione@avellinofans.it
Foscarini: "In trasferta siamo agnellini, cambiamo rotta a Chiavari"
* *Claudio Foscarini ha presentato la sfida di domani contro la Virtus Entella, in conferenza stampa: "E’ una partita che nasconde più di un’insidia, soprattutto per il valore della squadra che andiamo ad affrontare. Ci aspettano e per loro, così come per noi, è una partita vitale. Sono curioso pure di vedere come reagirà la squadra dopo un’ottima vittoria, se avrà la stessa determinazione, la stessa rabbia messa in campo con il Perugia. L’Avellino quando gioca in trasferta non è un lupo, è un agnellino. Dobbiamo creare i presupposti per salvarci, anche attraverso le gare fuori casa. Sarà una prova di maturità. In più ho una lista di assenti molto lunga e chi è appena rientrato non è al meglio, come Kresic, Gavazzi e Cabezas. Anche Vajushi ci sarà, ma non si è allenato bene questa settimana. Vanno stretti i denti, senza neppure pensare alla partita di martedì".

La ricetta per scalare la classifica: "La continuità è fondamentale, la squadra che sta bene può battere chiunque. Abbiamo avuto troppi alti e bassi e questo non va bene in un campionato lungo e difficile. La partita di domani è determinante per capire se la squadra ha compreso quello che gli ho inculcato in settimana. Negli ultimi due giorni la squadra mi ha dato segnali incoraggianti. Devo stare attento ai segnali che mi dà la squadra, solo stando assieme riuscirò a recepire se domani andremo a giocare o meno una gran partita, oppure andremo in gita a Chiavari. Sul perché dei tanti infortuni non abbiamo una diagnosi precisa, la preparazione atletica c’entra poco. Forse il manto erboso può incidere, ma questa squadra si allena sempre sul sintetico e deve essersi pure abituata. Forse cambia il modo di lavorare, il mio modo è diverso da quello di Novellino, ma gli infortuni sono arrivati sia con lui, sia con me. Poi gli infortuni non sono solo muscolari, non abbiamo una risposta ben precisa".

Sui singoli: "Ad Ardemagni parlo ogni giorno, gli ho detto che arriverà il suo momento. Domani o martedì non importa. Deve lavorare per farsi trovare pronto, a lui come agli altri promesse non ne faccio, deve dimostrare di meritare lo spazio in squadra. A lui tengo tanto, ma devo fare le mie valutazioni. Deve avere gli atteggiamenti giusti. In trasferta va cambiata la tendenza, domani l’Avellino mi auguro sia diverso nell’atteggiamento. L’Entella la sta preparando troppo bene, in una maniera particolare, ci tengono tanto. Sarà una partita tosta, mi auguro di giocare con la rabbia vista contro il Perugia. Anche Gavazzi è tanto che non gioca. Con lui ho parlato per carpire le sue sensazioni, ho verificato se fosse pronto a giocare o se avesse qualche titubanza. Gavazzi può stare benissimo sulla fascia. Ho pensato a un centrocampo a tre, con gli interpreti giusti, ma guardando gli infortunati mi diventa difficile pensare di poter giocare con il 4-3-1-2, magari in futuro si potrà fare. Moretti? Lo vedo bene in un centrocampo a tre, meno bene in un centrocampo a due".

(venerdì 13 aprile 2018 alle 11:28)
Avellino calcio Risultati Classifica Tifo Fotogallery Videogallery

Mail: redazione@avellinofans.it info@avellinofans.it
Il materiale pubblicato, pur essendo di dominio pubblico, non può in nessun modo essere utilizzato.
La copia o riproduzione di testi e foto senza il consenso scritto della redazione di AvellinoFans.it è vietata!